“Narrami, oh divano, un racconto…”

Screen Shot 2014-09-17 at 13.09.22

“Narrami, oh divano, un racconto…”:

i divani di Eleonora Gatto in mostra a Bergamo

di Gianluigi Pala

“In quell’istante ho iniziato a fantasticare e a chiedermi di chi potesse essere quel divano, da quanto tempo fosse lì, quante persone avesse accolto, di quanti eventi fosse stata testimone e quanti racconti avesse ascoltato!”

Con queste parole si apre la mostra fotografica “Narrami, oh divano, un racconto…” della fotografa freelance Eleonora Gatto inaugurata lo scorso 25 maggio presso il circolo Arci Fuorirotta, di Treviglio nel bergamasco. I divani, abbandonando il loro consueto ruolo di sostegno e riempimento dello spazio, diventano i soggetti tramite i quali immergersi in una cultura, quella araba, dove i nostri più tipici oggetti d’arredamento sono elemento chiave della cultura popolare.

La mostra, ricca di foto, permette di entrare nella città del Cairo attraverso una nuova guida. Nessuna sfinge né piramide. Solo divani sparsi per la città. Negli incroci, sotto un albero, nel mezzo di una piazza, a due posti, ad angolo, rovinati o praticamente nuovi, in pelle o di stoffa, nel mezzo della Città dei Morti o nelle strade caotiche del centro. I divani sono ovunque, ma nessuno pensa di spostarli. I divani e le poltrone diventano un luogo dove riposarsi, dove ripararsi dal sole cocente del nord Africa, un luogo per innamorati, la sosta di signore pettegole, di uomini di strada che fanno affari, di giovani rivoluzionari. Le foto di Gatto ci mostrano questo lato nascosto della città. Nascosto per i turisti, ovviamente.

Passeggiare tra le foto, con di sottofondo i rumori di una della città più caotiche del mondo, e desiderare di potersi sedere in una poltrona e lasciare che questa ti trasporti nella più autentica quotidianità cairota. Stare dinnanzi alle foto pare quasi surreale; immersi in una delle zone più industrializzate d’Italia con di sottofondo il caos registrato del Cairo, le foto, molte delle quali ipnotizzanti con i loro colori forti e saturi, trasmettono tranquillità senso di pace ma soprattutto il calore che la chiacchierata con un passante è capace di dare.

Ci si imbatte però anche nella realtà più attuale che ricorda all’osservatore che oltre i racconti esiste anche la difficile realtà di una città in piena trasformazione. Una serie di divani, perfettamente allineati nel mezzo della piazza Taharir, luogo simbolo delle proteste che portarono alla caduta di Mubarak nel febbraio 2011; uno scatto di Gatto ci riporta nella cronaca. Cosa avrà da raccontare quel divano? Parlerà di strategie d’assedio? Di eroiche gesta di una popolazione oramai stufa? Parlerà di libertà? O solo ha accolto un riposo temporaneo di qualche passante un po’ stanco? L’effetto delle foto risiede proprio qua e un vortice di domande accompagna tutta la mostra.

Così ha voluto anche Eleonora Gatto. Nessuna descrizione per le foto, solo il luogo dove sono state scattate.
Ognuno deve potere ascoltare la storia che il divano decide di raccontare, non quella di chi ha scattato la foto. È questo il messaggio che costantemente spiega la fotografa durante l’inaugurazione ai vari curiosi che si domandano il significato di ogni foto. Inaugurazione che ha visto anche la partecipazione del duo musicale Rebis, che con la loro musica fortemente influenzata dai ritmi arabi ha reso la mostra ancor più autentica e avvolgente.

“Narrami, oh divano, un racconto” si inserisce all’interno di un progetto fotografico nato casualmente nella città dei Morti nel 2012 quando, racconta la fotografa, fu proprio lei che senza volerlo si ritrovò seduta su una poltrona, tra la polvere, a porsi le domande che aprono la mostra, e con cui viene aperto questo articolo.
Una esperienza oramai consolidata nel Medio Oriente tra Egitto, Israele e Palestina, ha permesso a Eleonora Gatto di portare in Italia un pezzo della cultura araba, non così distante da quella della sponda opposta del Mediterraneo.

La mostra sarà visitabile ancora per alcune settimane, sempre presso il circolo Arci Fuorirotta di Treviglio.

link: http://ilreferendum.it/2013/05/31/narrami-oh-divano-un-racconto-i-divani-di-eleonora-gatto-in-mostra-a-bergamo/

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s